CINCILLA'

Il Cincillà è un erbivoro stretto e quindi la sua alimentazione si deve basare esclusivamente su alimenti vegetali molto ricchi di fibre e con bassi livelli di grassi, come erba, fieno, radici, rametti e pellet specifico.

Il cincillà, come il coniglio e la cavia, ha un apparato digestivo molto delicato e sensibile ai cambi bruschi di alimentazione e agli alimenti inadatti, poveri di fibra e ricchi di cereali, che sono spesso causa di gravi problemi gastro-intestinali, quali stipsi, stasi gastro-enterica, diarrea etc…

Il cincillà, come tutti i roditori, ha i denti incisivi che crescono in modo continuo per tutta la sua vita. La somministrazione di un’ alimentazione scorretta, povera di fibra, comporta una scarsa masticazione e conseguente eccessiva crescita dei denti che impediscono all’animale di mangiare.

La fibra è quindi un elemento fondamentale per il suo benessere generale.

   QUALI SONO GLI ALIMENTI DA SOMMINISTRARE AL CINCILLA’?

Fieno a volontà, Piante di campo, Verdure e Pellet a base esclusiva di vegetali, senza cereali e con un contenuto di fibra non inferiore al 20% : questi sono gli alimenti fondamentali, i migliori per la sua fisiologia. Essendo ricchi di fibra ma poveri di grassi e carboidrati (amido), garantiscono un’ottima funzionalità intestinale.

   QUALI SONO GLI ALIMENTI DA NON SOMMINISTRARE AL CINCILLA’?

  • Tutti i mangimi contenenti semi, cereali, frutta secca o carrube
  • Tutti gli alimenti ricchi di carboidrati: pane, biscotti, fette biscottate, cracker, grissini, fiocchi di cereali, riso soffiato, pasta, patate etc…
  • Tutti gli alimenti ricchi di zuccheri: dolci, merendine, cioccolata (assolutamente tossica!) etc…..

Per finire … tutti gli snack per roditori a base di semi, cereali e melasso

Questi alimenti sono la causa di gravi disturbi digestivi nel cincillà che, senza un intervento immediato del veterinario, può arrivare alla morte nel giro di pochi giorni.


Per qualsiasi informazione, scrivici comodamente su WhatsApp!